Biscotti di frolla mela e cannella

Biscotti vegan mela e cannella

Trovare sullo scaffale del supermercato una confezione di biscotti vegan e senza olio di palma può essere, certe volte, una vera impresa. Ma perché quindi, invece che leggere infinite liste di ingredienti, non proviamo a farceli con le nostre mani? Materia prima genuina, zero conservanti e costi ridotti sono un bell’incentivo all’autoproduzione. Per questi biscotti al gusto di mela e cannella ho utilizzato come base la pasta frolla che avevamo precedentemente visto nella ricetta della torta al semolino. Basterà un’oretta del vostro tempo per sfornare questi biscotti che inonderanno la casa di un fantastico profumo.

Ingredienti:
350 gr di farina 00
15 gr di frumina
120 gr di zucchero di canna
50 gr di olio evo
50 gr di olio semi di mais
120 ml di latte di riso
3/4 di bustina di lievito
1/2 mela
cannella a piacere

Vi ho già anticipato che la frolla è la stessa della torta al semolino quindi per il procedimento potete consultare questo articolo.

Una volta riposata la frolla stendetela, grattugiateci sopra mezza mela e spolverizzate con cannella a piacere. Volendo potete aggiungere un paio di cucchiaiate di zucchero di canna. Amalgamate bene il tutto e se l’impasto è diventato troppo umido a causa della mela aggiungete altra farina.

Stendete l’impasto mantenedo uno spessore di circa mezzo centimetro. Con una formina per biscotti (o una tazzina) ritagliate la pasta frolla (un terzo dell’impasto l’ho tenuto da parte per un altro dolce).

Biscotti vegan mela e cannella

 

Fate cuocere in forno preriscaldato a 170-175° per circa 25 minuti. A metà cottura ho girato i biscotti per avere una doratura più omogenea. Se non li mangiate tutti appena sfornati, avrete la colazione pronta per almeno un paio di giorni! 😉

Summer salad

insalatona

Ultimamente mi sembra davvero di non avere tempo per fare nulla… sarà che gli esami si avvicinano, sarà il caldo sempre più estivo che cucinare diventa una prova di coraggio, sarà che tornata da lavoro ho sempre meno voglia di stare sui fornelli che urge qualcosa di veloce e che non necessiti cottura.

Quella di oggi quindi non è una vera e propria ricetta, ma un consiglio per un’insalatona super, ricca e gustosa.

Ingredienti (2 persone):
1/2 cespo di insalata iceberg
1 mela
1 cetriolo
1 pomodoro
3 cucchiai di olive nere
50 gr di anacardi
50 gr di cipolla rossa
1/2 avocado
succo di 1/2 limone

Tagliate a rondelle pomodoro, cetriolo e cipolla rossa. Condite a parte la cipolla con un filo d’olio evo e un pizzico di sale affinché perda un po’ di acidità.

Tagliate a dadini l’avocado e a fettine sottili la mela, irrorateli con del succo di limone per non farli ossidare.

24922487

Tagliate l’insalata, incorporate tutti gli ingredienti e condite!

Vellutata di zucca con funghi misti e zenzero

vellutata di zucca con funghi e zenzero

Dato che oggi è tornata la pioggia e a Firenze si è abbassata la temperatura, ne approfittiamo subito per una ricetta non proprio primaverile, che ci scalda un po’. Avendo in freezer della zucca congelata tempo fa, abbiamo preparato questa vellutata buona anche se mangiata tiepida. Per darle un tocco in più abbiamo aggiunto dei funghi misti (champignon, porcini, pleurotus), salvia e una grattatina di zenzero.

Ingredienti (2 porzioni):
450 gr di zucca
50 gr di porro
100 gr di funghi misti
4/5 foglie di salvia
1 rametto di rosmarino
1 spicchio d’aglio
olio evo qb

Fate soffriggere due cucchiai di olio evo con il porro, nel frattempo tagliate la zucca a dadini. Quando il porro si è intenerito aggiungete la zucca, le foglie di salvia, il rametto di rosmarino e due bicchieri d’acqua. Lasciate cuocere finché l’acqua si asciughi, avendo cura che la zucca non bruci o si attacchi sul fondo e aggiungete altra acqua se necessaria (se avete a disposizione del brodo vegetale è ancora meglio!).

Quando la zucca è diventata morbidissima (dovete far sì che non si asciughi tutto il liquido di cottura) aggiustate di sale, togliete il rametto di rosmarino e frullate il tutto con il minipimer.

Scaldate in una padella due cucchiai di olio evo e uno spicchio d’aglio, aggiungete i funghi tagliati a fettine e lasciate cuocere a fuoco vivace, finché i funghi risultano dorati e inteneriti. Potete sfumarli con del vino rosso per dargli un sapore più deciso.

vellutata di zucca con funghi e zenzero

Versate la vellutata in due ciotole, uniteci i funghi e infine grattugiate una radice di zenzero (la quantità va in base al vostro gusto). Condite con un filo di olio evo a crudo e buon appetito!

Per completare il tutto potete accompagnare questa vellutata di zucca a dei crostini abbrustoliti.

Mojito analcolico al cetriolo

mojito analcolico al cetriolo

Dopo queste giornate piovose, il meteo promette sole e temperature che arriveranno anche a 28°, non male per essere maggio! Aspettando l’estate, Vale si è inventata un drink analcolico al cetriolo dissetante e leggermente speziato.

Per renderlo un “finto mojito” ho aggiunto lime, zucchero di canna e menta. Gli ingredienti per due bicchieri sono:

1 cetriolo
zenzero grattugiato a piacere
1 lime
4 cucchiaini di zucchero di canna
1 pugno di foglioline di menta
cubetti di ghiaccio

Frullate il cetriolo e metà delle foglioline di menta con due bicchieri d’acqua. Passate il liquido in un colino per eliminare la polpa.

Tagliate il lime in 4 spicchi e utilizzatene 2 per ogni bicchiere, aggiungete a ciascuno lo zucchero di canna e qualche foglia di menta. Pestate il tutto con il pestello del mortaio o, se non ce lo avete, semplicemente con un cucchiaio di legno.

mojito analcolico al cetriolo

Riempite i bicchieri di cubetti di ghiaccio, aggiungete le restanti foglie di menta, versate il cetriolo frullato e grattugiate lo zenzero (la quantità è a vostro gusto).

Mescolate bene prima di berlo!

Muffin alle nocciole con scaglie di cioccolato fondente

muffin vegan cioccolato nocciole

Pare che quella dei muffin sia una delle ricette dolci più facili e rapide che ci sia. In parte è vero, è veloce, ma non è da sottovalutare il fatto che richieda un minimo di abilità o, perlomeno, qualche accorgimento.

Reduce da un disastro – ho usato dei pirottini di carta con la convinzione che avrebbero retto l’impasto, invece, dopo pochi minuti che ho infornato, l’ho visto fuoriuscire dagli stampini, completamente appiattiti e ormai inutili – ho letto sul web qualche suggerimento per muffin perfetti.

I consigli che mi ricordo – e che ho seguito – sono che l’impasto non deve essere necessariamente liscio e privo di grumi, quindi non sprecate troppe energie a mescolare, e che il lievito va aggiunto come ultimo ingrediente, amalgamato velocemente all’impasto che va poi infornato subito senza dare il tempo al lievito di agire a temperatura ambiente, altrimenti in cottura si forma una fastidiosa crosticina superficiale.

Dato che non vedevo l’ora di mettermi all’opera e cimentarmi nuovamente in questa “impresa”, appena Vale mi ha chiesto cosa avrebbe potuto portare ai ragazzi che frequentano il corso di fotografia con lei, non ho esitato e ho proposto muffin! Con la sua supervisione questa volta ho ottenuto dei dolcetti morbidi, profumati e ben lievitati.

Ingredienti (8 muffin):
200 gr di farina 00
50 gr di frumina
90 gr di zucchero di canna
80 gr di olio di semi di mais
200 ml di latte di riso
60 gr di cioccolato fondente
50 gr di nocciole
1 bustina di vanillina
1 cucchiaino di aceto di mele
1 pizzico di bicarbonato
1/2 bustina di lievito

muffin vegan cioccolato nocciole

In una ciotola setacciate farina e frumina, unite zucchero e latte di riso e mescolate amalgamando tutti gli ingredienti. Nel frattempo preriscaldate il forno a 170-175°.

Tritate le nocciole e tostatele in una padellina finché non sprigioneranno tutto il loro profumo.

Sminuzzate la barretta di ciocciolato fondente ottenendo delle scaglie.

Aggiungete nocciole, cioccolato, vanillina, aceto di mele, bicarbonato e lievito, mischiate velocemente accorpando omogeneamente tutti gli ingredienti e versate negli appositi stampini per muffin.

Infornate e lasciate cuocere per circa 25 minuti. In ogni caso effettuate la classica prova stecchino!

muffin vegan cioccolato nocciole

Presto sperimenteremo anche quelli salati! E voi come ve la cavate con i muffin?