La cucina naturale

la-cucina-naturale-cattolica

Avendo trascorso quasi interamente l’estate sulla riviera Romagnola non potevamo non parlarvi de La Cucina Naturale, tappa obbligatoria per vegetariani, vegani (e perché no, anche onnivori) che abitano o soggiornano per una vacanza a Cattolica o nelle sue vicinanze.

la-cucina-naturale-cattolica

La Cucina Naturale è una gastronomia totalmente biologica, i prodotti impiegati sono freschi, di qualità e del territorio. È situata in via Garibaldi 121, dalla vetrata che sporge sulla strada potrete sbirciare il bancone e la cucina a vista. Oltre la sala interna è presente anche un giardino, ombreggiato da tende bianche e contornato da piante, che d’estate diventa una vera oasi.

la-cucina-naturale-cattolica

L’orario di apertura è dalle 7:30 del mattino alle 14:30. Fino alle 11:00 è possibile fermarsi per una colazione vegana scegliendo tra il vostro latte vegetale preferito – riso, soia, mandorle, avena – caffè biologico, tè o tisane, le diverse brioche preparate senza burro né uova (ma chiedete gli ingredienti se siete vegani perché alcune sono farcite con il miele), tra le crostate alla crema di nocciola, alla confettura di frutta o le trecce alla crema di riso. È tutto buonissimo e c’è l’imbarazzo della scelta, consigliatissimo anche il tiramisù con panna di riso.

la-cucina-naturale-cattolica
 

la-cucina-naturale-cattolica
 

Dopo la colazione viene servito il pranzo: potrete ordinare le pietanze consultando la lavagna appesa e sempre aggiornata o direttamente scegliendo tra quelle esposte in vetrina.
Vegono preparati sempre zuppe, burger di diversi gusti (alcuni vegetariani, quindi anche qui vegani, chiedete!), falafel e crocchette che si sposano con le ottime salse proposte, polpette di seitan al sugo di pomodoro, zucchine ripiene di seitan, lasagne o parmigiana, cotolette di seitan al forno o sformati di verdura.

la-cucina-naturale-cattolica

Inoltre è presente una vasta quantità di contorni, come patate al forno, taccole al pomodoro, melanzane saltate, fiori di zucca impanati e cotti al forno, verdure grigliate, al vapore o al gratin, bietole e spinaci saltati, asparagi e insalata, a seconda della stagione.

la-cucina-naturale-cattolica

Ogni giorno vengono proposti primi piatti differenti, io e Vale ci siamo mangiate dei tagliolini al tartufo che erano la fine del mondo! Essendo tornate più volte abbiamo assaggiato praticamente tutto, piatti gustosi, saporiti, ma anche sani ed etici, la chef Modita è in grado di trasformare le ricette della tradizione onnivora in capolavori vegani, anche i palati più esigenti ne usciranno soddisfatti.

la-cucina-naturale-cattolica

 
 
 
 
 

E se non foste ancora sazi, dopo tutte queste prelibatezze, gustatevi il gelato “fresco”, preparato ogni giorno con latte di mandorla in diversi gusti, tra i nostri preferiti pistacchio e zuppa inglese.

la-cucina-naturale-cattolica

Prodotti acquistabili in negozio

Bottega Beach

bottega-beach-pesaro

Se siete a Cattolica trovare una piadina o una pizza che non contengano strutto è un’impresa quasi titanica. Le soluzioni sono: o ve le cucinate a casa da soli (ma in vacanza magari vi va anche di rilassarvi) oppure ci rinunciate proprio e optate per ciotolone di insalata e piattoni di verdure di stagione. In realtà esiste un’alternativa! Casualmente ho visto su internet delle foto che mi hanno molto incuriosita, pizze completamente vegan, con mozzarella di riso e tutti ingredienti al 100% vegetali sfornate ogni giorno da Bottega Beach a Pesaro, sul lungomare Nazario Sauro (ai bagni 28 per essere ancora più precisi).

pizzeria-vegan-pesaro

bottega-beach-vegan-pesaro

Non ci abbiamo pensato due volte e così ci siamo recate a Pesaro (da Cattolica ci vogliono circa 20 minuti) per provare la cucina di Bottega Beach. Il locale nasce quest’anno dopo il successo di Bottega Bio, è un chiosco prettamente estivo che sorge sulla spiaggia, così tra una nuotata e partite a biliardino ci si può rinfrescare con succhi biologici, centrifughe di frutta fresca, granite, ma anche fare colazione con cornetto e cappuccino, pranzare, bersi una birra con tanto di stuzzichini per l’aperitivo o fermarsi, come noi, con più calma, quando il sole sta per tramontare, per cenare in tranquillità.

bottega-beach-pesarobottega-beach-pesaro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A pranzo non vi è un menù fisso, ma proposte di primi e secondi piatti che variano ogni giorno, mentre ciò che è possibile ordinare sempre è un’ampia scelta di piadine e pizze farcite con diversi condimenti, tra cui mozzarella, stracchino o gorgonzola di riso, wurstel vegetali, affettato di seitan e di mopur, ma anche insalate componibili come più preferite, taglieri di affettati e formaggi vegetali, bruschette e cruditè di verdure accompagnate da salse.

bottega-beach-pesaro

bottega-beach-pesaro

bottega-beach-vegan-pesaro

Abbiamo assaggiato il tagliere misto di affettati vegan e formaggi vegetali, servito con piadina all’olio e una pizza quattro stagioni condita con wurstel vegetali, olive taggiasche, carciofini e funghi. Tutto gustosissimo e porzioni abbondanti. Gli ingredienti sono freschi, genuini, biologici e il più possibile a km 0. Anche bibite, birre, vini e superalcolici sono vegan e biologici. Il personale è gentile e cordiale e ci è stato raccontato e spiegato la scelta di aprire un locale vegan in uno stabilimento balneare (tra l’altro il primo in Italia).

pizza-vegan-pesaro-bottega-beach

Per dessert abbiamo scelto una cheesecake ai frutti di bosco che… sembrava una vera cheesecake! La consistenza era identica, il gusto molto simile, con i vantaggi di essere più leggera e digeribile e soprattutto cruelty free.

vegan-cheesecake

Periodicamente vengono organizzate cene a tema, con menù tipici regionali rivisitati in chiave vegan, showcooking e mini corsi di cucina.

bottega-beach-pesaro

bottega-beach-pesarobottega-beach-pesaro

Che dire, idea originale, che consigliamo sicuramente di provare.

Chiamami Cavallo, vegan food truck

chiamami-cavallo-vegan-food

Curiosando tra le pagine Facebook scopro Chiamami Cavallo, vegan food. E’ il primo food truck in Italia a fare cibo di strada al 100% vegan e si sposta in genere tra Rimini, Riccione e Cattolica. Dopo qualche occhiata alle foto e alle recensioni positive, ci rechiamo nel luogo dove è prevista la sosta, per testare qualcuna delle sue proposte.

chiamami-cavallo-vegan-food

L’ideatore di questo recente autonegozio (nasce nell’autunno del 2014) è Nicola, che ha cambiato alimentazione e stile di vita, decidendo di mettersi alla prova e gettarsi a capofitto in quest’avventura. Gentilissimo e cordiale ci accoglie con degli assaggini e ci racconta un po’ i suoi prodotti.

chiamami-cavallo-vegan-foodchiamami-cavallo-vegan-food

Si può scegliere tra burger di legumi, cotoletta di seitan, cassoni ripieni di muscolo di grano (autoprodotto, morbido e speziato, buonissimo!) e cipolla, panzerotti (alla pizzaiola e alla boscaiola, per esempio), girelle farcite con verdure, falafel, involtini primavera, piadine, pizza e focaccia al taglio (anche senza glutine), chips di cipolle, biscotti e dolci (tra cui il rotolo realizzato con farina di canapa e crema alla nocciola).

chiamami-cavallo-vegan-food

E’ vero che i prodotti sono quelli tipici di un cibo consumato velocemente, ma Nicola investe molta attenzione ai dettagli nutrizionali e sceglie materie prime che fanno bene alla salute, come il sale rosa dell’Himalaya, la farina semi-integrale di tipo 2 e lievito madre. Particolare attenzione anche alle bibite, che sono quelle biologiche della Galvanina e ampia scelta di birre.

chiamami-cavallo-vegan-foodchiamami-cavallo-vegan-food

Essendo tornate più volte abbiamo assaggiato praticamente tutto, per me si contendono il primo posto in classifica il cassone ripieno e il panino Shakty (burger di ceci e patate, peperoni e cipolla stufati, maionese, salsa di pomodori secchi e salsa piccante), seguono involtini e falafel, ma devo ammettere che tutto è gustosissimo e goloso.

chiamami-cavallo-vegan-food

chiamami-cavallo-vegan-food

 

Se vi siete incuriositi e siete in zona, seguitelo su Facebook per rimanere aggiornati riguardo ai suoi spostamenti, addentando uno dei suoi panini non sentirete affatto la nostalgia dei corrispondenti onnivori!

chiamami-cavallo-vegan-food

Io, Nicola (a destra) e Fabris (un amico del food truck!)

 

CamBio Logico, ristorante vegan & raw

cambio-logico-forlì

Partiamo da Firenze, direzione Cattolica, dove io e Vale trascorreremo una parte delle nostre ferie, e decidiamo di intraprendere la strada panoramica del Muraglione che ci collega direttamente a Forlì.
Scegliamo di far tappa qui per cenare al CamBio Logico, il primo ristorante 100% vegan di Forlì, del quale ci hanno parlato molto bene. Si trova in corso Diaz 17, nella zona pedonale, vicino a p.zza Saffi, ma non è stato difficile trovare un parcheggio nelle vicinanze.

cambio-logico-forlìcambio-logico-forlì

Location molto carina e accogliente, personale gentilissimo e accomodante. Già dal nome mi ispira e incuriosita mi studio i piatti. Il menù è molto creativo e varia spesso, anche il pranzo e la cena differiscono per alcune pietanze.

cambio-logico-forlì

Vorrei mangiarmi tutto, propone diverse alternative crudiste, tra cui lasagne di zucchina e mousse di avocado con pinzimonio, ma anche antipasti, insalatone, pasta fatta in casa con diversi condimenti, seitan autoprodotto e ovviamente dolci (anche alcuni di questi sono crudisti).
Frutta e verdura sono di stagione, a km 0 e per quanto possibile biologiche.

cambio-logico-forlìcambio-logico-forlì

Alla fine opto per gli straccetti di seitan al farro, stufati alla thailandese con latte di cocco, lime, cumino, coriandolo, cannella, paprika, noce moscata, scalogno e arachidi. E’ morbidissimo, speziato e i differenti sapori, accostati tra loro, si esaltano a vicenda.
Vale invece assaggia i maltagliati di farina di grano e mais saltati con caponata, profumano di origano e sono molto gustosi.
Ormai sazie (le porzioni sono belle abbondanti), concludiamo con una fetta di cheesecake raw al cioccolato, con crema di anacardi e cocco… decisamente sublime!

cambio-logico-forlì

Il CamBio Logico ospita anche eventi, tra cui conferenze (in questi giorni è stata ospite Paola Maugeri) e concerti musicali.

cambio-logico-forlìcambio-logico-forlì

A noi, il buon cibo, l’ambiente arredato con gusto e la gentilezza del personale ci hanno fatto veramente una buona impressione, sicuramente quando ci capiterà di nuovo di passare per Forlì ci fermeremo ad assaporare altre prelibatezze! Bravi ragazzi 🙂

cambio-logico-forlìcambio-logico-forlì

Giumella. Sano Vegano Toscano

giumella-firenze

Aveva aperto da circa un mese la prima volta che siamo state da Giumella. Sano Vegano Toscano recita il pay off di questa gastronomia completamente vegana, che si trova in via Lorenzo di Credi 12r (nei pressi di p.zza Alberti) a Firenze. Siamo state accolte con molta ospitalità da Lucia e Caterina, che ci hanno fatto sorseggiare un bicchiere di vino e assaggiare le loro specialità. Soddisfatte, abbiamo deciso di tornare più volte e siamo ormai clienti affezionate.

giumella-firenze

La vetrina del bancone è veramente ricca, variegata ed invitante:

 lasagne-giumella-firenzemuffin-giumella-firenzegiumella-vegan-firenze

si possono trovare lasagne condite ogni volta diversamente, verdure sempre fresche e di stagione, polpette e muffin dolci o salati, biscotti, torte, crostate e, quelli che secondo me sono i cavalli di battaglia, i formaggi (spalmabili, tipo mozzarella o da grattugiare) e il seitan (in porchetta, alla pizzaiola o al limone, solo per fare degli esempi).

cacio-vegan-giumella-firenze

cacio vegan

seitan-giumella-firenze

seitan in porchetta

biscotti-giumella-firenzecrostata-giumella-firenzecrema-ricotta-vegan-giumella

Tutte le pietanze sono autoprodotte, cucinate in giornata e contengono ingredienti rigorosamente biologici e a km 0.

caprese-giumellavino-giumellagiumella

Le ricette sono il frutto delle sperimentazioni di Lucia, ideatrice e titolare del progetto Giumella, che, combinando conoscenze nutrizionali e gusto, dà vita ad alimenti buoni, sani e cruelty free.

muffin-dolci-giumella

Giumella offre la possibilità di degustare in loco o take away, consigliamo sia ai vegani sia agli onnivori curiosi di farci un salto perché, per quanto ci riguarda, ne vale veramente la pena!

giumellagiumellaIMG_4374