Lasagne vegan con pomodori datterini, fiori di zucca e pesto ai pistacchi

lasagna-vegan-pesto

Nonostante ultimamente stia seguendo un’alimentazione prevalentemente fruttariana – colpa del caldo e della prova bikini :p – per la cena in famiglia ho fatto uno strappo alla “regola” e dato che avevo a disposizione tutta la domenica ho deciso di preparare delle lasagne con sfoglia home-made (anche perché la sfoglia per lasagne senza uova o non la trovo o costa una follia). Diciamo che se la pasta la si stende con l’apposito attrezzo tutta la preparazione risulta molto più rapida, ma, essendone sprovvista, mi sono armata di mattarello e pazienza stendendo un pezzettino alla volta. Il condimento scelto è decisamente fresco, estivo e profumato.

Ingredienti (6 porzioni):

Per la sfoglia:
400 gr di farina di semola di grano duro
240 ml di acqua tiepida
5 gr di sale

Per il ripieno:
1 kg di pomodori datterini
300 gr di fiori di zucca
3 cucchiai di olio evo
peperoncino in polvere a piacere
sale qb

Per il pesto:
60 gr di basilico
40 gr di pistacchi
40 gr di olio evo
1 tazzina di acqua
sale qb

Per la besciamella:
400 ml di latte di soia non zuccherato o di avena
40 gr di farina
40 gr di olio evo
sale qb
pepe qb
noce moscata qb

pesto-pistacchi-vegan

 

Innanzitutto procedete preparando la pasta per lasagne senza uova. Versate la farina in una ciotola creando un incavo al centro dove aggiungerete il sale e l’acqua a poco a poco. Mentre versate l’acqua iniziate a impastare con l’altra mano finché avrete accorpato tutta la farina.

Cospargete un po’ di farina sulla spianatoia e continuate a lavorare la pasta senza mai strapparla fino ad ottenere un impasto liscio, omogeneo ed elastico. Avvolgetelo nella pellicola e lasciatelo riposare in frigo per circa un’ora.

pesto-vegan-pistacchi

 

Nel frattempo preparate il ripieno. Lavate i pomodori datterini e i fiori di zucca. Tagliate i pomodorini in quattro parti e i fiori a listarelle sottili. Fate scaldare in padella tre cucchiai d’olio evo, versate i fiori di zucca e lasciate ammorbidire. Aggiungete poi i pomodorini, lasciate cuocere a fuoco moderato. A fine cottura aggiungete sale e peperoncino a piacere.

Per la besciamella seguite questa ricetta.

Nel bicchiere del minipimer versate il basilico, i pistacchi precedentemente tritati, l’olio evo e un cucchiaio d’acqua e frullate. Aggiungete altra acqua fino ad ottenere la consistenza desiderata. Aggiustate di sale.

A questo punto siete pronti per stendere e cuocere la sfoglia. Prendete una pentola larga e capiente e riempitela per metà d’acqua, portate a bollore e salate. Aggiungete un cucchiaio di olio evo affinché la sfoglia non si attacchi durante la cottura.

Prendete l’impasto e dividetelo in piccole palline che stenderete con il mattarello una alla volta. Se invece siete provvisti dello stendipasta stendete tutto l’impasto e successivamente tagliatelo in rettangoli.

 

lasagna-vegan

 

Cuocete i rettangoli di pasta nell’acqua bollente per circa 5 minuti. Una volta cotti stendeteli su degli strofinacci puliti ad asciugare.

E ora componete la lasagna! Preriscaldate il forno a 180°. In una teglia rettangolare dai bordi alti stendete un primo strato di besciamella seguito da uno di pasta, ancora besciamella, pomodorini e fiori di zucca e qualche cucchiaiata di pesto diluito in acqua calda (va benissimo l’acqua di cottura della pasta). Seguite lo stesso procedimento per tutti gli strati (io ne ho fatti sei) tranne l’ultimo dove metterete solo besciamella e pesto. Infornate per circa 30 minuti.

pesto-vegan-pistacchi

 

Sfornate e lasciate raffreddare leggermente prima di tagliare. Potete servire ogni porzione cospargendola di pesto fresco e guarnendo con pistacchi tritati. Una delizia!

Salsa di melanzana con sesamo al profumo di basilico

salsa-melanzana-vegan

L’idea di questa salsa di melanzana nasce sfogliando un libro di cucina mediterranea mentre aspettiamo Diana, un’amica di Vale, che arriverà da Roma. La ricetta originale si chiama baba ghanoush, prevede la cottura della melanzana in forno e l’impiego di coriandolo e cumino. Per velocizzare i tempi abbiamo scelto di cuocere la melanzana in padella e come pianta aromatica usiamo il basilico che coltiviamo sul nostro balcone.

La realizzazione è semplicissima e rapida, il risultato molto saporito!

Ingredienti (1 ciotola piena):
1 melanzana grossa
2 spicchi d’aglio
1 cucchiaio di semi di sesamo
una decina di foglie di basilico
un pizzico di peperoncino
un pizzico di pepe
3 cucchiai di olio evo
sale qb

salsa-melanzana-vegan

Private la melanzana della buccia e tagliatela a cubetti regolari. Tagliate gli spicchi d’aglio a fettine e soffriggeteli in tre cucchiai di olio extra vergine d’oliva. Aggiungete i semi di sesamo e fateli tostare. Quando si saranno scuriti leggermente, versate in padella la dadolata di melanzane e mescolate bene per far assorbire l’olio.

Coprite con un coperchio e lasciate cuocere finché le melanzane non saranno tenere. Nel nostro caso non c’è stato bisogno di aggiungere acqua. A fine cottura unite le foglie di basilico, il peperoncino, il pepe e il sale e frullate con minipimer o mixer.

salsa-melanzane-cecina

Si può gustare sia calda che fredda, con altre verdure o per farcire panini e piadine. Noi l’abbiamo accompagnata a della cecina in formato mini per uno spuntino fingerfood che Diana ha molto apprezzato! (Da brava onnivora curiosa!)