Bottega Beach

bottega-beach-pesaro

Se siete a Cattolica trovare una piadina o una pizza che non contengano strutto è un’impresa quasi titanica. Le soluzioni sono: o ve le cucinate a casa da soli (ma in vacanza magari vi va anche di rilassarvi) oppure ci rinunciate proprio e optate per ciotolone di insalata e piattoni di verdure di stagione. In realtà esiste un’alternativa! Casualmente ho visto su internet delle foto che mi hanno molto incuriosita, pizze completamente vegan, con mozzarella di riso e tutti ingredienti al 100% vegetali sfornate ogni giorno da Bottega Beach a Pesaro, sul lungomare Nazario Sauro (ai bagni 28 per essere ancora più precisi).

pizzeria-vegan-pesaro

bottega-beach-vegan-pesaro

Non ci abbiamo pensato due volte e così ci siamo recate a Pesaro (da Cattolica ci vogliono circa 20 minuti) per provare la cucina di Bottega Beach. Il locale nasce quest’anno dopo il successo di Bottega Bio, è un chiosco prettamente estivo che sorge sulla spiaggia, così tra una nuotata e partite a biliardino ci si può rinfrescare con succhi biologici, centrifughe di frutta fresca, granite, ma anche fare colazione con cornetto e cappuccino, pranzare, bersi una birra con tanto di stuzzichini per l’aperitivo o fermarsi, come noi, con più calma, quando il sole sta per tramontare, per cenare in tranquillità.

bottega-beach-pesarobottega-beach-pesaro

 

 

 

 

 

 

 

 

 

A pranzo non vi è un menù fisso, ma proposte di primi e secondi piatti che variano ogni giorno, mentre ciò che è possibile ordinare sempre è un’ampia scelta di piadine e pizze farcite con diversi condimenti, tra cui mozzarella, stracchino o gorgonzola di riso, wurstel vegetali, affettato di seitan e di mopur, ma anche insalate componibili come più preferite, taglieri di affettati e formaggi vegetali, bruschette e cruditè di verdure accompagnate da salse.

bottega-beach-pesaro

bottega-beach-pesaro

bottega-beach-vegan-pesaro

Abbiamo assaggiato il tagliere misto di affettati vegan e formaggi vegetali, servito con piadina all’olio e una pizza quattro stagioni condita con wurstel vegetali, olive taggiasche, carciofini e funghi. Tutto gustosissimo e porzioni abbondanti. Gli ingredienti sono freschi, genuini, biologici e il più possibile a km 0. Anche bibite, birre, vini e superalcolici sono vegan e biologici. Il personale è gentile e cordiale e ci è stato raccontato e spiegato la scelta di aprire un locale vegan in uno stabilimento balneare (tra l’altro il primo in Italia).

pizza-vegan-pesaro-bottega-beach

Per dessert abbiamo scelto una cheesecake ai frutti di bosco che… sembrava una vera cheesecake! La consistenza era identica, il gusto molto simile, con i vantaggi di essere più leggera e digeribile e soprattutto cruelty free.

vegan-cheesecake

Periodicamente vengono organizzate cene a tema, con menù tipici regionali rivisitati in chiave vegan, showcooking e mini corsi di cucina.

bottega-beach-pesaro

bottega-beach-pesarobottega-beach-pesaro

Che dire, idea originale, che consigliamo sicuramente di provare.

Annunci

Chiamami Cavallo, vegan food truck

chiamami-cavallo-vegan-food

Curiosando tra le pagine Facebook scopro Chiamami Cavallo, vegan food. E’ il primo food truck in Italia a fare cibo di strada al 100% vegan e si sposta in genere tra Rimini, Riccione e Cattolica. Dopo qualche occhiata alle foto e alle recensioni positive, ci rechiamo nel luogo dove è prevista la sosta, per testare qualcuna delle sue proposte.

chiamami-cavallo-vegan-food

L’ideatore di questo recente autonegozio (nasce nell’autunno del 2014) è Nicola, che ha cambiato alimentazione e stile di vita, decidendo di mettersi alla prova e gettarsi a capofitto in quest’avventura. Gentilissimo e cordiale ci accoglie con degli assaggini e ci racconta un po’ i suoi prodotti.

chiamami-cavallo-vegan-foodchiamami-cavallo-vegan-food

Si può scegliere tra burger di legumi, cotoletta di seitan, cassoni ripieni di muscolo di grano (autoprodotto, morbido e speziato, buonissimo!) e cipolla, panzerotti (alla pizzaiola e alla boscaiola, per esempio), girelle farcite con verdure, falafel, involtini primavera, piadine, pizza e focaccia al taglio (anche senza glutine), chips di cipolle, biscotti e dolci (tra cui il rotolo realizzato con farina di canapa e crema alla nocciola).

chiamami-cavallo-vegan-food

E’ vero che i prodotti sono quelli tipici di un cibo consumato velocemente, ma Nicola investe molta attenzione ai dettagli nutrizionali e sceglie materie prime che fanno bene alla salute, come il sale rosa dell’Himalaya, la farina semi-integrale di tipo 2 e lievito madre. Particolare attenzione anche alle bibite, che sono quelle biologiche della Galvanina e ampia scelta di birre.

chiamami-cavallo-vegan-foodchiamami-cavallo-vegan-food

Essendo tornate più volte abbiamo assaggiato praticamente tutto, per me si contendono il primo posto in classifica il cassone ripieno e il panino Shakty (burger di ceci e patate, peperoni e cipolla stufati, maionese, salsa di pomodori secchi e salsa piccante), seguono involtini e falafel, ma devo ammettere che tutto è gustosissimo e goloso.

chiamami-cavallo-vegan-food

chiamami-cavallo-vegan-food

 

Se vi siete incuriositi e siete in zona, seguitelo su Facebook per rimanere aggiornati riguardo ai suoi spostamenti, addentando uno dei suoi panini non sentirete affatto la nostalgia dei corrispondenti onnivori!

chiamami-cavallo-vegan-food

Io, Nicola (a destra) e Fabris (un amico del food truck!)