Tartare vegan crudista

tartare vegan crudista

Con la cottura gli alimenti disperdono gran parte delle loro preziose proprietà nutritive: le vitamine sono termolabili (si alterano con il calore), i sali minerali e gli oligoelementi idrosolubili (si sciolgono nell’acqua di cottura). Risulta quindi importante introdurre nella propria dieta frutta e verdura da consumare esclusivamente crude o essiccate. Questo tipo di regime alimentare è definito “crudismo“, secondo il quale nessun cibo dovrebbe essere trattato superando una temperatura di 42°, proprio per non eliminare ciò di cui il nostro organismo ha bisogno: enzimi e tutte le qualità nutrizionali.

Il cibo crudo è cibo vivo, sano e più facilmente digeribile. Certo che passare ad un’alimentazione totalmente crudista la vedo un po’ dura anche per me! Ma di certo, introdurre piatti che non hanno bisogno di forni e fornelli non può che giovare alla nostra salute e all’ambiente.

Per rimanere in tema di ricette facili ho pensato ad una tartare di frutta e verdura, colorata e croccante.

Ingredienti (2 porzioni):
1 zucchina
2 pomodori
1/2 avocado
1/2 peperone giallo (se vi rimane indigesto potete utilizzare 1/2 mango)
succo di 1/2 limone
una manciata di foglioline di menta
un pizzico di sale
2 cucchiai di olio evo (per essere proprio pignoli dovrebbe essere spremuto a freddo)
1 barbabietola
peperoncino in polvere
aglio in polvere

Eliminate la buccia della zucchina, tagliatela a dadini piccoli e fatela marinare per almeno 10 minuti nel succo di limone. Lavate e asciugate il peperone e i pomodori e tagliate anch’essi a dadini piccoli, tutti della stessa misura. Sbucciate e tagliate anche l’avocado.

tartare vegan crudista

Preparate il condimento: tritate finemente le foglie di menta, aggiungete il succo di limone, un cucchiaio di olio e un pizzico di sale. Mescolate tutti gli ingredienti e lasciate insaporire.

Nel frattempo occupatevi della salsa alla barbabietola. Tagliate la barbabietola a cubetti e frullatela insieme a un cucchiaio di olio, un pizzico di peperoncino, di aglio in polvere e di sale, riducendola a crema.

Ora non vi resta che impiattare! Per la classica forma della tartare avete bisogno di un coppapasta rotondo. Versateci gli ingredienti precedentemente mescolati e pressate un po’ per far prendere la forma. Accompagnate il tutto dalla salsa alla barbabietola.

tartare vegan crudista

Voi avete già iniziato a mangiare crudo? Quali sono i vostri piatti preferiti?

Annunci

Penne integrali al pesto di zucchine e pomodori secchi con olive taggiasche e ceci

penne integrali con pesto di zucchine e pomodori secchi

Qualche giorno fa abbiamo cucinato le zucchine ripiene e ho accennato al fatto che con quello che avanzava delle zucchine, ma anche degli altri ingredienti, ho preparato una pasta molto veloce. Ecco quindi un’altra ricetta antispreco, che nasce con l’intento di non buttare nulla e riciclare ciò che non era stato utilizzato.

Ingredienti (1 porzione):
90 gr di penne integrali
Polpa di due zucchine a botte
4/5 pomodori secchi
2 cucchiai di ceci
1 cucchiaio di olive taggiasche

penne integrali con pesto di zucchine e pomodori secchi

Mettete a bollire una pentola con dell’acqua, quando raggiunge il bollore salate e mettete a cuocere le penne. Nel frattempo frullate la polpa delle zucchine con i pomodori secchi, aggiungendo un filo di olio evo o di acqua in base a gusto e consistenza desiderati.

Scolate la pasta al dente e conditela con il pesto ottenuto. Aggiungete i ceci, le olive una spolverata di pepe e… buon appetito!

penne integrali con pesto di zucchine e pomodori secchi

Zucchine ripiene di cous cous e crema di ceci al curry

zucchine ripiene di cous cous e crema di ceci al curry

Diciamolo, la zucchina di per sé è un po’ insignificante. Non vorrei sminuire questo fantastico ortaggio, che merita un premio per la sua versatilità, però è bene trovare i giusti abbinamenti per esaltarne al meglio il gusto delicato. Per questa ricetta, tra le diverse varietà esistenti, abbiamo utilizzato quella a botte, che si presta perfettamente ad essere farcita. Sul web e nei vari libri di cucina si trovano spesso le zucchine ripiene di carne o tonno, ma noi, che optiamo per ingredienti totalmente vegetali, abbiamo utilizzato cous cous e crema di ceci al curry, rendendo questo evergreen un piatto estivo da portare in tavola sia caldo che freddo.

Ingredienti (3 porzioni):
300 gr ceci
Testa di 1 cipollotto
4 cucchiai di olio evo
1 bicchiere d’acqua
1 rametto di rosmarino
1 cucchiaino di curry
Sale qb
140 gr cous cous
200 ml acqua bollente salata
6 pomodori secchi
5 olive taggiasche
1/2 peperone giallo
4 cucchiai di funghi misti sott’olio
6 zucchine tonde

Non fatevi spaventare dalla lunga lista di ingredienti, in realtà tutto il procedimento è molto rapido. Lavate le zucchine, tagliate per orizzontale la parte superiore e privatele della polpa interna. Cuocete tutto al vapore finché saranno tenere.

Nel frattempo versate il cous cous in una pentola bassa e larga, aggiungete due cucchiai di olio evo, sgranate i chicchi, quindi unite 200 ml di acqua bollente salata e lasciate riposare almeno 5 minuti. Condite poi con i pomodori tagliati a pezzetti, il peperone giallo (crudo) tagliato a dadini, i funghi misti sott’olio e le olive. Mentre il cous cous si insaporisce preparate i ceci.

zucchina ripiena di crema di ceci al curry

Fate soffriggere il cipollotto tagliato a rondelle con due cucchiai di olio evo e mezzo bicchiere d’acqua, aggiungete un rametto di rosmarino, i ceci e infine il curry, lasciate assorbire l’acqua, bagnate con il mezzo bicchiere rimasto e ultimate la cottura unendo un pizzico di sale. Frullate tutto nel mixer aggiungendo acqua se necessario. Deve risultare un composto liscio e denso.

Prendete le zucchine e iniziate a farcirle, tre con la crema di ceci al curry e tre con il cous cous e mettetele a gratinare nel forno a 200° per 5-7 minuti.

Sfornate le vostre zucchine ripiene e gustatele bollenti o tiepide (ma anche fredde!).

zucchine ripiene di cous cous e crema di ceci al curry

Ma ora vi starete chiedendo… “che ci hai fatto con la polpa delle zucchine visto che in questa ricetta non l’hai utilizzata?”. Dato che non si butta via nulla, l’ho impiegata per una crema da trenta secondi con cui ho poi condito la pasta, ecco la ricetta!

Spaghetti quadrati con pesto di zucchine

39 copia

 

Ieri sera Valentina è tornata a casa descrivendomi con così tanto entusiasmo il piattone di spaghetti al pesto che si era mangiata a casa di un’amica, che pure a me è venuta una gran voglia di pasta.

Apro il frigo e, se ci parlassi dentro, farebbe l’eco per quanto è vuoto, penso: “E mo’? Che me magno?!” – come direbbe Vale. Ma poi si sa, in cucina vince chi sa arrabattarsi con pochi ingredienti e dar vita a un piatto gustoso, senza essere pretenzioso.

Ingredienti (1 porzione):
1 zucchina
4 rondelline di scalogno
2 spicchi d’aglio
100 gr di spaghetti quadrati
olio evo qb
sale qb
pepe qb

Riempite una pentola di acqua per cuocere la pasta.Nel frattempo tagliate una zucchina con l’affetta verdure per spaghetti crudisti (io l’ho trovato da Kasanova al costo di 8,90€), lasciatene da parte metà e mettete quella che resta a cuocere in una padellina con le rondelline di scalogno e un po’ di acqua.

Fate cuocere finché la zucchina sarà morbida (essendo tagliata così finemente ci vorrà davvero poco), lasciando il tutto leggermente liquido. Passate il composto al minipimer e riducetelo in crema. Salate a piacere.
Prendete i due spicchi d’aglio, sbucciateli e tagliateli a rondelle, fateli rosolare in padella con abbondante olio evo, quando saranno dorati spegnete il fuoco.

41 copia

 

A questo punto l’acqua sta bollendo? Oh, bene, salatela e calate gli spaghetti, ormai il più è fatto!
Quando la pasta è pronta saltatela nell’olio dove avete fatto rosolare l’aglio e poi impiattate in questo modo: spargete un letto di pesto di zucchine, adagiatevi sopra gli spaghetti e infine decorate con gli spaghetti raw di zucchina. Cospargete di pepe, condite con un filo di olio a crudo e il piatto è pronto!

42 copia